Biografia

Rev. Jose KaimlettRev. Dr. Jose Kaimlett, il fondatore di Araldi della Buona Novella, Suore della Buona Novella e Missionari della Compassione, è nato il 5 maggio 1941, a Palakattumala nella diocesi di Palai, Kerala, India. Padre José ha fatto la scuola primaria a Palakattumala e la secondaria a St Francis High School di Marangattupalli. Nel mese di giugno del 1955, ha completato la scuola, e si entrò al seminario minore della diocesi di Palai, e dopo aver completato gli studi in seminario minore, si entrò nella diocesi missionaria di Vijayawada. Dopo aver completato i suoi studi filosofici e teologici presso la Sacred Heart Seminary Poonamallee, un centro molto stimato e fiorente, dove Padre Kaimlett ha dimostrato di essere uno studente eccezionale, è stato ordinato sacerdote il 18 aprile 1966.

Nel 1969 è stato nominato parroco di Bhimavaram occidentale. Nel 1970 ha iniziato un centro di missione a Akiveedu, una frazione di Bhimavaram. L’anno seguente, il vescovo Joseph Thumma preso in carico come vescovo a pieno titolo di Vijayawada, ha inviato a Padre José Kaimlett ad erigere Akiveedu come una nuova parrocchia. Akiveedu è stata fatta una parrocchia autonoma biforcano da Bhimavaram e P. Jose Kaimlett fu nominato come il primo parroco. Ha iniziato la costruzione del presbiterio.

Nel 1971 è stato trasferito e nominato il preside e corrispondente di Saint Ambrose High School, Nidadavole. Lì ha iniziato orfanotrofio St.. Joseph per i bambini indigenti che altrimenti non avrebbero alcuna possibilità di qualsiasi tipo di istruzione. Nel 1976, quando la diocesi di Eluru è stata biforcata da Vijayawada, Padre José Kaimlett è stato nominato l’amministratore della nuova diocesi fino a quando il vescovo ha preso la sua carica.  Dopo di che, ha continuato ad aiutare il vescovo John Mulagada per un anno come il procuratore della nuova diocesi e come una sorta di ‘one-man-curia’ fino quando la diocesi era organizzata. Nel 1977 ha assunto un ruolo molto importante di soccorso e della riabilitazione quando un ciclone devastante ha colpito Vijayawada e la costiera di Andhra Pradesh. Nel 1978 fu inviato a Roma per gli studi di specialiazzazione, dove ha conseguito il dottorato in Diritto Canonico nel 1981.

Al suo ritorno da Roma nel 1981, Padre José ha dedicato il suo tempo ed energie per lo sviluppo della diocesi e ha collaborato molto fedelmente con il vescovo John Mulagada. Nel corso del tempo, ispirato dallo Spirito Santo, P. Jose Kaimlett ha fondato Araldi della Buona Novella nel 1984, Suore della Buona Novella nel 1992, e Missionari della Compassione nel 2003. Oggi missionari provenienti da queste società da lui fondate operano in tutti i continenti in oltre 97 diocesi in tutto il mondo. Queste società sono cresciute rapidamente grazie all’impegno e al lavoro instancabile di Padre Kaimlett.

Padre Kaimlett, ha dimostrato l’interesse straordinario nel dare un’istruzione di qualità per le fasce più povere ed emarginate della società. Per questo motivo egli ha stabilito oltre ventotto scuole nelle zone più remote dell’India e dell’Africa. Insieme con le scuole ha costruito anche ostelli per l’accoglienza di bambini provenienti dai villaggi lontani. Padre José ha sempre avuto simpatia e sollecitudine per i poveri e i sofferenti e di conseguenza ha sempre fatto quello che poteva per prendere cura della loro salute. Holy Cross Hospital, Orfanotrofio e Centro di riabilitazione di lebbra a Nidadavole; Centro di riabilitazione St. Vincent de Paolo per i diversamente abili a Thangellamudi; Centro di riabilitazione di lebbra a Sagipadu; Ospedale Generale a Sanatorio per tubercolosi a Gowripatnam; Centro di riabilitazione di lebbra a Janampet; St. Joseph Hospital a Vellachintalagudem; e Ospedale Generale e di Cancro Buona Samaritano (Good Samaritan Cancer and General Hospital) a Vangayagudem, sono alcuni esempi di ciò che ha realizzato per la cura dei sofferenti.

Padre Jose è un ardente devoto della Madonna. Al suo ritorno da Roma nel 1981, ha costruito il Santuario dedicato alla Beata Vergine Maria sul cima di un monte a Gowripatnam, oggi conosciuto come il Santuario di Nirmalagiri. Attualmente milioni di persone affollano in questo luogo sacro in cerca di benedizioni e favori per intercessione di Maria Santissima. Padre José ha costruito numerose chiese, santuari e cappelle. Un altro importante punto di riferimento è la dedizione del Santuario di Aliabad alla Madonna delle Grazie, nell’arcidiocesi di Hyderabad nel 2009 come un ringraziamento per le grazie ricevute per intercessione della Madonna delle Grazie.

Padre José è un genio ed un sapiente scrittore. Da diversi anni Padre José invia regolarmente il ‘pensiero del giorno’ riflessioni a tutti i membri della società.  Migliaia ricevono questi “pensieri” e sono felici che Padre Kaimlett stimola la loro giornata con queste meravigliose storie, aneddoti, barzellette e vita con esempi. Nel corso degli anni, ha pubblicato tre preziosi libri, prima la saggezza dei secoli, nel 1995, una raccolta di citazioni rare per una vita di successo dalla vita di grandi personaggi. Poi, altre raccolte di racconti chiamati Tonico per lo Spirito, Volumi,. I & II, rispettivamente nel 2009 e nel 2010.

Il suo servizio dedicato alla società continua ad essere una fonte perenne di ispirazione per tante persone in tutto il mondo. Ha dato contributi molto importanti e significativi nei settori dell’istruzione e della sanità. Ha anche fondato tre Società di Vita Apostolica promuovendo in tal modo la vocazione al sacerdozio e alla vita religiosa. Ha propagato la devozione Mariana in diverse parti dell’India. Le sue missioni di sensibilizzazione arrivano nelle aree più remote attraverso la creazione di case per anziani, centri di accoglienza, centri di esercizi spirituale, mense, ecc.  Tutti gli sforzi missionari iniziati da Padre José, in gran parte, sono aiutati e assistiti da numerosi benefattori e sostenitori da tutto il mondo. È il loro sostegno e generosi contributi che hanno reso possibile e raggiungibile molti degli obiettivi altrimenti irraggiungibili  e impossibili a realizzare. Padre Jose è sempre grato a tutti i donatori generosi che lo hanno aiutato nel corso degli anni. In realtà la Santa Messa quotidiana viene offerto a tutti coloro che lo hanno aiutato nella sua missione in vari modi. Egli insiste sul fatto che dobbiamo essere grati per i loro sacrifici per rendere la nostra vita e la missione secondo il cuore di Gesù che vede tutte le opere buone e premia ciascuno secondo le proprie opere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *